Coniglio che perde pelo: la muta del coniglio

Quali sono i rischi della muta del coniglio? Come aiutare il nostro amico durante questa fase? Scopriamolo insieme!
Tabella dei contenuti

Molti la chiamano Muta del Coniglio: aiuto, il coniglio perde pelo!
Fermi, fermi…. non fatevi prendere dal panico!

Il fatto che il coniglio perda il pelo, è normalissimo. Sì, anche se il pelo è tanto!
Il coniglio cambia completamente il pelo circa 2 volte l’anno: dall’estate all’inverno, quando arriva il pelo che lo protegge meglio dal freddo, e dall’inverno all’estate, per la ragione opposta.
In alcuni casi, la muta del pelo può accadere anche più di 2 volte all’anno!

Ma quindi, c’è da preoccuparsi? Sì e no. Spieghiamo perché.

Si tratta di muta oppure di una malattia?

La muta del pelo non va mai sottovalutata in un coniglio, a prescindere da quanto spesso avvenga: perdere il pelo può semplicemente significare un rinnovo dello stesso per un cambio di stagione, oppure può essere un sintomo di una patologia particolare del coniglio.

Distinguerli non è sempre semplice, tuttavia se sotto al vecchio pelo trovate della pelle nuda, magari a grandi chiazze o con delle croste, portate immediatamente il coniglio dal veterinario per un check-up (ricordatevi di sceglierne uno/a – ovviamente – bravo/a, e specializzato/a in animali esotici.
Diversamente, in presenza di una normale muta del pelo, dovreste trovare il nuovo pelo sotto a quello che si solleva.

Tuttavia, anche se la muta è un fenomeno naturale, è sempre importante aiutare il coniglio in questa fase molto delicata.

Perchè il cambio del pelo del coniglio è rischioso

Il coniglio, per sua natura (e al contrario dei gatti), non può vomitare: questo significa che, leccandosi, potrebbe ingerire del pelo (in poche o grandi quantità), che può portare a blocchi gastrointestinali, proprio per l’impossibilità di rigettare quanto ingerito.

In presenza di una muta, quindi, si raccomanda di spazzolare molto spesso il coniglio, per aiutarlo ad eliminare il vecchio pelo ed evitare il più possibile l’insorgere di problemi intestinali.

Lo spazzolare è anche un’attività che può rilassare molto anche noi, specialmente se alla fine ci ritroviamo talmente tanto pelo tra le mani che potremmo realizzare un piccolo cuscino 🙂 (ed immaginate se tutto quel pelo finisse nello stomaco del coniglio, ecco perché è fondamentale aiutarlo a toglierselo di dosso!).

Al contrario, alcuni coniglietti non gradiscono la spazzola, per loro uno strumento di tortura! In tal caso, non dobbiamo scoraggiarci. Abituarli sin da piccoli allo spazzolamento sarebbe la soluzione migliore, tuttavia, ove non possibile, dobbiamo purtroppo forzare il nostro amico lapino. Alternare spazzolate a carezze è la maniera migliore per metterlo un po’ più a suo agio.

I conigli a pelo lungo sono molto più a rischio rispetto a quelli a pelo corto, in quanto potrebbero ingerire ancora più pelo.

L’alimentazione durante la muta del coniglio

Durante il cambio del pelo, ancor più che normalmente, è fondamentale che la loro dieta sia più adeguata possibile, specialmente ricca di fieno, in quanto contenendo molta fibra alimentare, li aiuta ad espellere l’eventuale pelo ingerito tramite le feci.

Per più informazioni riguardo l’alimentazione corretta per il coniglio, vi rimandiamo al nostro articolo dedicato!

Come spazzolare il coniglio

Durante il periodo di muta (ma non solo), utilizzare la spazzola più corretta per il vostro coniglio è fondamentale! Potete procedere in 2 step:

  1. Utilizzate prima di tutto una spazzola classica (come quella che usate per i vostri capelli): in questo modo, riuscirete a districare eventuali grumi o nodi che si sono formati;
  2. Successivamente, utilizzate un pettine più specifico (più fine), per rimuovere il pelo in eccesso.

Ripetete l’operazione tutti i giorni, anche più volte al giorno (nei limiti di sopportazione del vostro coniglietto), magari al mattino e alla sera, finché il vecchio pelo non avrà completamente lasciato spazio a quello nuovo.
Ricordatevi di spazzolare il coniglio anche nei periodi non di muta, in ogni caso!

Quale spazzola per conigli comprare?

Questo pettine è l’ideale per la rimozione preliminare dei nodi o grumi di pelo che si possono formare.

Le punte arrotondate permettono di non graffiare la pelle, ed inoltre la sottile striscia di silicone posizionata in fondo tra i denti del pettine aiuta l’operazione e trattiene i peli morti, anziché farli sparpagliare in giro per poi doverli raccogliere.

Il FURminator è una particolare spazzola, studiata per penetrare più in profondità e nel sottopelo, per rimuovere i peli morti in modo semplice, senza ferire la cute né danneggiare il manto del coniglio.

Tramite il deshedding, è in grado di rimuovere i peli morti prima che cadano, e li trattiene; successivamente, premendo il pulsante FURjector, li rilascia con facilità, semplificando al massimo la procedura di spazzolamento!